Festa dei morti
event-author-img-1

Posted by : SmartGioiosa

  • 31 Oct 2017

Halloween? No, grazie! Ecco la nostra festa dei morti, ricordo del cuore

Mentre intorno impazzano le feste a tema Halloween di matrice americana, ci piace ricordare le antiche tradizioni della Festa dei Morti che appartengono alla giovinezza di molti di noi e che vorremmo fossero tramandate anche ai nostri figli.

Il 2 Novembre era per me e le mie cugine il giorno più bello dell’anno, anche più del Natale.

Dopo una notte passata in trepidante attesa del mattino, ci davamo appuntamento a casa di nonna Pippa dove ci aspettava una vera e propria caccia al tesoro. Per prima cosa andavamo in sala da pranzo dove, sul grande tavolo di legno, trovavamo dei piccoli cestini ricchi di doni più o meno golosi, la quantità di dolcetti era direttamente proporzionale a quanto eravamo state brave e giudiziose durante tutto l’anno: per le più monelle, qualche dolcetto in meno e qualche riccio di castagna in più.

Una volta assodato che le monellerie non erano state poi così grandi, si passava alla ricerca dei regali che i nostri cari “morticini” avevano nascosto per noi durante la notte. Anche in questo caso, più monella eri stata, più difficile era il nascondiglio del regalo.

Ricordo ancora quella volta in cui tutte eravamo felici di aver trovato l’atteso regalo, tutte tranne mia cugina Aurora che, dopo più di un’ora di ricerca, era ancora a mani vuote. Non riuscivamo a capire cosa avesse combinato di così tremendo per non aver ricevuto niente dai morticini, non era possibile che si fossero dimenticate di lei, era una delle più brave tra le cugine. Allora, con spirito di squadra, siamo partite alla ricerca del regalo scomparso. Abbiamo girato in lungo e in largo tutta la casa, persino in mansarda siamo andate a cercare… e per noi, piccole bimbe, la mansarda era un posto un po’ spaventoso. Niente, del regalo nemmeno l’ombra!

Allora la nonna, intenerita dalle nostre suppliche, ci è venuta in aiuto con un suggerimento: “Durante la notte ho sentito dei rumori provenire dal balcone”. Ma certo, il balcone! Era l’unico posto dove non avevamo ancora cercato! E infatti il regalo era proprio lì, nascosto sotto le lenzuola appese ai fili della biancheria.

È stato un boato di urla e salti di gioia! Finalmente tutte avevamo i nostri doni e, come da tradizione, per ringraziare i nostri cari morticini abbiamo fatto una piccola colletta, comprato qualche fiore e siamo andate al cimitero a dire una preghierina e un grazie speciale a quelle foto in bianco e nero, quei volti a noi familiari che non avevamo mai conosciuto: i cari bisnonni che ogni anno, in questo giorno, avevano un pensiero gentile per noi.

Non sarebbe bello tramandare questa e tante altre tradizioni ai nostri figli e nipoti?!

Noi di Smart Gioiosa crediamo di si!

Proprio per questo, lanciamo una sfida: se anche voi avete una storia da raccontare sulla tradizione della “Festa dei Morti”, caricate sulla pagina Facebook di Smart Gioiosa una foto che la rappresenti! Avete tre giorni di tempo e la foto che riceverà più “like” verrà utilizzata come immagine di copertina della nostra pagina per una settimana.

Mi raccomando: niente Halloween però, non appartiene alle nostre tradizioni!!!



Verdiana Granata