Energy renewable
event-author-img-1

Posted by : SmartGioiosa

  • 04 Jul 2016

SMART ENERGY - SMART ENVIRONMENT

I termini Smart Energy e Smart Environment, visti nell’abito delle Smart Cities, riguardano concetti quali lo sviluppo sostenibile di una comunità e l’utilizzo razionale ed efficiente delle risorse sia energetiche che materiali che questa comunità possiede. Si tratta dunque di riuscire a coniugare tra loro sicurezza e indipendenza energetica, tutela ambientale, puntando sull’efficienza energetica e all’utilizzo di fonti rinnovabili ma soprattutto all’innovazione tecnologica con investimenti in R&D.

Considerando il termine SMART ENERGY, si vede come questo concetto punta le sue basi principalmente sulla formazione e la partecipazione dei cittadini attraverso la comunicazione, l’informazione e il supporto teda parte di tecnici specializzati; promuove la riconversione di edifici sia pubblici che privati volta ad una diminuzione dei consumi e, in ultimo ma non ultimo, sull’autoconsumo: vuol dire che l’energia che produco, tramite il mio impianto a fonte rinnovabile, la consumo per le mie esigenze senza utilizzare quella proveniente dalla rete.

Un esempio di Smart Energy da poter applicare in una cittadina per ridurre i consumi e quindi i costi della pubblica amministrazione, può essere quello di puntare all’efficientamento dell’illuminazione pubblica.

In Italia ogni anno per ogni cittadino è stimato un consumo di energia per l’illuminazione pubblica di 107 kWh, contro i 47 kWh della Germania.

Se consideriamo un costo medio dell’energia elettrica di 0,20 €/kWh, che tra l’altro è uno dei più alti d’Europa, i costi pro capite superano i 21 €/anno in Italia contro i 9,4 € di un cittadino tedesco. Spendiamo più del doppio degli altri Paesi dell’UE. Sostituendo completamente l’illuminazione esistente con nuove lampade a LED si avrebbe un risparmio sui consumi del 50-70%, sulla manutenzione del 50%, una diminuzione dell’inquinamento luminoso del 90%, considerando anche una durata di vita delle lampade a LED di 100.000 ore contro le 10.000 ore di quelle tradizionali, si arriverebbe a recuperare l’investimento iniziale già dopo il terzo anno ed avere in definitiva dei risparmi considerevoli.

smart-energy

Lo Smart Environment, visto per una piccola cittadina quale è la nostra Gioiosa Marea, deve puntare sulla qualità ambientale per il turismo, l’efficienza nello smaltimento dei rifiuti urbani, gestione e prevenzione dei rischi sul territorio, il miglioramento della qualità delle acque di mare ed un utilizzo razionale delle risorse idriche. Il nostro comune, per esempio ha sostituito completamente il set di pompe dell’acquedotto e del sistema di depurazione delle acque, questo però non porta a niente de i comuni limitrofi non agiscono anche loro a riguardo.

smart-environment

A Gioiosa Marea esistono già delle iniziative SMART per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti: il Comune, con la collaborazione della LEMAC s.r.l. , ha organizzato il riciclaggio incentivante: ogni cittadino, portando ai centri di raccolta i propri rifiuti differenziati, riceve degli Eco-Punti da spendere negli esercizi commerciali del paese e in più, uno sconto sulla bolletta della spazzatura. Tutto questo si traduce in minore quantità di rifiuti e maggiore partecipazione dei cittadini. In più, già da due anni, si sono coinvolti i bambini delle scuole: la classe che ha differenziato di più è stata premiata con una gita.

Promuovere queste iniziative porta tutti quanti ad avere una mentalità Smart. Un altro esempio virtuoso nel nostro paese è quello di Mariella di Miceli che, attraverso il riutilizzo di carta, plastica e altri materiali, realizza oggetti e accessori di moda. Solo combinando insieme conoscenza, formazione e partecipazione attiva di tutti i cittadini il nostro futuro sarà SMART!

 


Verdiana Granata